La TUCANO 430 MONTANA 4 è equipaggiata con un sistema automatico di livellamento di ultima generazione che permette l’utilizzo della macchina su pendenze del 38% laterali, 30% in salita e 14% in discesa.

La nuova autolivellante di riferimento.

La TUCANO 430 MONTANA 4 è equipaggiata con un sistema automatico di livellamento di ultima generazione che permette l’utilizzo della macchina su pendenze del 38% laterali, 30% in salita e 14% in discesa.

La trazione integrale 4 TRAC, il motore Mercedes da 313 CV in combinazione con il sistema trebbiante APS garantiscono una capacità di trebbiatura elevata su qualsiasi pendenza. Una classe superiore per la raccolta in collina su qualsiasi prodotto da raccogliere.

  1. Sistema trebbiante APS con regolazione idraulica del controbattitore e sicurezza contro i sovraccarichi
  2. Cabina comfort
  3. GPS PILOT S7 o S10, GPS PILOT FLEX
  4. Nuovo CEBIS touch screen
  5. Piattaforma di taglio CERIO grano fino a 6,80 m o piattaforma pieghevole di 5,40 m
  6. Accoppiatore multiplo
  7. AUTO CONTOUR
  8. Canale alimentatore con rullo convogliatore a dita retrattili
  9. Cassone granella 8.000 l e scarico dall‘alto di 90 l/s
  10. 5 scuotipaglia con forche intensive ISS
  11. Motore Mercedes-Benz 313 CV Tier 5
  12. PROFI CAM
  13. Ventilatore a turbine e crivelli elettrici
  14. Trinciapaglia STANDARD CUT
  15. Trazione 4 TRAC di serie
  16. Nuova struttura del telaio autolivellante compatta e        semplificata. Disponibile assale stretto con ingombro minimo 3.500 mm
  17. Livellamento automatico 38% laterale, 30% salita, 14%discesa
  18. AUTO SLOPE, AUTO CROP FLOW
  19. Più spazio, più comfort, migliori sono le prestazioni. La TUCANO 430 MONTANA 4 offre all’operatore maggiore libertà di movimento, una panoramica dei comandi e un’eccellente visibilità a 360°. Sempre ben climatizzata, perfettamente insonorizzata e dotata di un piantone dello sterzo regolabile su tre posizioni, essa garantisce condizioni di lavoro di prima classe.

La nuova cabina garantisce condizioni di lavoro ottimali anche grazie alla nuova console di comando e al nuovo CEBIS touch screen che consentono di apportare modifiche alla macchina in maniera facile ed immediata.

Sistema APS. Tecnologia di trebbiatura CLAAS.

Il vantaggio determinante di CLAAS nasce già a valle del battitore. Una decisa accellerazione del prodotto da 3 m/s a 20 m/s innesca una catena di processi estremamente efficienti:

  • L’accellerazione allarga meglio il prodotto
  • Il flusso di prodotto risulta particolarmente omogeneo e fino al 33% più veloce
  • Forze centrifughe più elevate aumentano la separazione della granella
  • Fino al 30% della granella passa attraverso la griglia di preseparazione direttamente sotto l’accelleratore: una notevole riduzione di lavoro per il controbattitore

Come risultato si ottiene un incremento della produzione fino al 20% a parità di consumo carburante. L’APS conviene.

Una lunghezza di 4,40 m per separare tutta la granella residua.

Scuotipaglia.

Il flusso uniforme della paglia sui lunghi scuotipaglia a fondo aperto da 4,40 m di lunghezza garantisce la separazione sicura anche dell’ultima granella. Un piano di ritorno separato convoglia la granella recuperata sul piano preparatore. Con questo sistema, vengono trasportate velocemente e ben arieggiate anche grandi quantità di paglia.

Separazione intensiva ISS.

Due alberi a gomito, che comandano le forche arieggiatrici (ISS), sono montati in successione al di sopra degli scuotipaglia. Le forche arieggiano attivamente la paglia e accellerano il flusso del prodotto riducendone lo spessore. Risultato: anche l’ultima granella si separa facilmente dalla paglia e raggiunge il piano di ritorno per essere poi convogliata sul piano preparatore.

Un prodotto pulito si vende meglio.

Ventilazione e crivellazione.

  • Un ventilatore a quattro turbine assicura la stabilità del flusso d’aria e la sua distribuzione uniforme anche con carichi disomogenei sui crivelli
  • Una ventilazione forzata impedisce di accumuli di prodotto sui crivelli
  • Convogliamento sicuro del flusso d’aria, anche con la ventilazione al minimo
  • Regolazione continua dei crivelli dalla cabina

Piano preparatore.

Sul piano preparatore avviene già una prima selezione del prodotto con la granella (sotto) e pula e paglia corta (sopra). La riduzione del carico sul crivello superiore aumenta la capacità di pulizia. Per la TUCANO 430 MONTANA 4 è disponibile un piano preparatore in plastica estraibile frontalmente.

Uno scarico più veloce e più facile da gestire.

La TUCANO MONTANA 4 è equipaggiata con scarico dall’alto e ha una velocità di scarico di 90 l/s. Con una capacità di 8.000 l, il nuovo serbatoio cereale si svuota in meno di due minuti. Inoltre, la nuova TUCANO offre una maggiore altezza e lunghezza di scarico. Ciò fa sì che possano essere riempiti senza problemi anche i grandi veicoli di trasporto.

Il coperchio del serbatoio cereale può essere aperto mediante un interruttore collocato sul bracciolo.

Controllo del recupero: ora anche nel CEBIS.

  • Possibilità di vedere quantità di granella nel recupero direttamente nel CEBIS
  • Finestra illuminata per il controllo visivo del recupero
  • Possibilità di valutare la composizione del recupero per migliorare le registrazioni della macchina.

Sistema di livellamento. Nuova generazione.

La nuova struttura del telaio autolivellante compatta e semplificata permette un utilizzo della macchina su pendenze del 38% laterali, 30% in salita e 14% in discesa. Il comando può essere totalmente automatico o manuale. L‘ingombro esterno nella versione stretta è di 3.500 mm.

Il sistema di livellamento di nuova concezione è dotato di nuovi pistoni rinforzati, posti in posizione verticale, pompe di livellamento maggiorate per una ancor migliore reattività della macchina e culla posteriore rivista e rinforzata.

L’ inclinometro a gestione elettronica, di produzione CLAAS, è completamente esente da manutenzione ed è posizionato sul baricentro della macchina in zona protetta per garantire la massima fluidità di movimentazione.

I nuovi componenti del livellamento progettati da CLAAS.

Riduttori maggiorati, di tipo epicicloidale, con un altissimo rapporto di riduzione ideale per il lavoro in collina.

Il sistema di livellamento è migliorato grazie alla maggior portata delle pompe. L’assale anteriore risulta ulteriormente maggiorato.

Culla posteriore migliorata e rinforzata. Nuova posizione dei cilindri del livellamento per miglior comfort e maneggevolezza.

I cilindri sono posti in posizione verticale per minimizzare l’usura dei giunti con perni maggiorati.

La nuova centralina di controllo del livellamento è posizionata dentro la cabina in ambiente protetto.

Sistema di comunicazione in tutto il sistema elettronico e rapida elaborazione e trasmissione dei dati.

Trazione 4TRAC di serie, con motori idraulici ad elevata coppia di spinta, l’inserimento/disinserimento viene gestito automaticamente o manualmente tramite il CEBIS.

Nessun compromesso in fatto di potenza ed efficienza.

Il motore ad alto rendimento Mercedes Benz OM 936 LA da 7,7 l della TUCANO 430 MONTANA 4 è conforme alla normativa sulle emissioni Tier 5 grazie ad un sistema di post-trattamento dei gas di scarico tramite SCR e EGR.

Come tutti i modelli TUCANO, anche la TUCANO 430 MONTANA 4 è equipaggiata con DYNAMIC POWER. Questo sistema di gestione intelligente del motore regola la coppia erogata in base al numero di giri e alla potenza richiesta. In questo modo è possibile un risparmio di carburante che può arrivare fino al 10 %.

Il motore sviluppa una potenza massima di 313 CV e 250 kW.

Nuovo impianto di aspirazione e filtro dell’aria.

La TUCANO lavora con un efficiente impianto di raffreddamento unico per motore, impianto idraulico e aria condizionata. Grazie alle maggiori dimensioni del filtro del radiatore, è stato possibile incrementare in modo effettivo le prestazioni del raffreddamento. L’aspirazione automatica della polvere provvede alla pulizia continua del filtro rotante a comando idraulico assicurando quindi la massima potenza di raffreddamento.

L’aria esterna per il motore della nuova TUCANO viene aspirata dal radiatore a filtro rotante. Grazie al processo di pre-separazione attiva, soltanto poche particelle raggiungono i due filtri d’aria, le cui dimensioni sono state notevolmente aumentate per il nuovo motore. Questi miglioramenti decisivi hanno consentito una significativa estensione degli intervalli di manutenzione ed una forte riduzione dei tempi morti.

www.claas.it