La New World Wind, una società francese che si occupa di ricerca, design e progettazione di turbine a forma di albero, ha brevettato l’Albero del vento (in origine, Arbre à vent). L’ideatore, Jérôme Michaud-Lariviere, voleva trovare un’alternativa alle pale eoliche tradizionali per poter sfruttare la forza del vento e portare l’energia eolica anche in città. Le pale eoliche, infatti, possono superare i 100 metri di altezza e sono molto rumorose e, per funzionare al meglio, devono essere installate in grandi spazi aperti come in vallate o in mezzo al mare, lontano cioè da grandi edifici che possono ridurre il vento.                                                                                 La New World Wind, ha brevettato la sua speciale turbina Aeroleaf. Il Wind Tree è alto solo 10 metri e largo 8 non produce inquinamento acustico e non è pericoloso per gli uccelli o gli esseri umani  oltre che essere un oggetto d’arte tutto da ammirare che genera energia pulita.

Infatti, l’albero ha una capacità di 10.8 KW, adatto cioè ad alimentare un piccolo studio o l’83% del fabbisogno di una casa (escluso l’uso di grandi elettrodomestici come i condizionatori). Una struttura realizzata interamente in acciaio, alta 11 metri e con un diametro di 8. In pratica, ha forma e dimensioni di un albero vero dotato di 72 foglie artificiali. Ognuna di queste è una turbina verticale, di forma conica, che riesce a generare energia in presenza anche solo di un vento lieve o di una leggera brezza da 2 metri al secondo. Tutte insieme, le 72 foglie-turbine producono 3,1 kW e, potenzialmente, possono funzionare 280 giorni l’anno. L’Albero del vento può produrre da 3500 kWh a 13.500 kWh in base alla potenza del vento.

Cavi e generatori sono sigillati all’interno della struttura in acciaio, che può essere collegata alla rete pubblica oppure utilizzata per integrare la potenza elettrica di un edificio o di un complesso di edifici. È importante sottolineare che la caduta o il malfunzionamento di una foglia non compromette le altre, continuando così a garantire la produzione di energia.

Secondo la European Wind Energy Association, una delle più grandi associazioni nel settore delle rinnovabili, gli Stati europei hanno investito, nel 2021, €41.4 miliardi nell’energia eolica. Tuttavia, per quanto possano sembrare molti, sono in realtà ancora pochissimi per permettere all’Europa di raggiungere l’obiettivo del 40% di energia rinnovabile entro il 2030. Ogni Albero del vento dovrebbe costare 30.000 euro circa ma, ovviamente, permetterà un grande risparmio che nel giro di breve tempo consentirà di ammortizzare la spesa iniziale.

 

Dott.ssa Stefania Gentile